Quanto ha reso l’oro nelle crisi finanziarie? Scopriamolo assieme

Andiamo a vedere storicamente quanto ha reso l’oro nelle crisi finanziarie.

Difatti questo bene è sempre stato rifugio sicuro per gli investitori, mantenendo o incrementando il suo valore in periodi di incertezza economica.

In questo articolo, esploreremo come l’oro si è comportato nelle varie crisi finanziarie passate, fornendo un’analisi approfondita dei suoi rendimenti e confrontandolo con altri tipi di investimenti.

Rendimenti dell’oro nelle varie crisi finanziarie

Esaminando le varie crisi finanziarie dal crollo del sistema di Bretton Woods fino ai giorni nostri, possiamo osservare come l’oro abbia non solo resistito alle avversità, ma in molti casi abbia registrato guadagni significativi.

In questo capitolo, analizzeremo i rendimenti dell’oro durante queste epoche critiche, offrendo un’immagine chiara del suo comportamento come asset rifugio nelle diverse fasi di incertezza economica globale.

Crisi del 1973/1974 e del 1979

Durante la crisi del 1973/1974, mentre il MSCI perdeva il 34%, il lingotto d’oro ha guadagnato il 62% (fonte investing.com)

Andamento dell'oro nella crisi del 1973/1974 e del 1979
Andamento dell’oro in due crisi

Analogamente, nella crisi del 1979, l’oro ha segnato un rialzo del 28% mentre l’MSCI ha perso il 6%.

Rendimento medio annuo dal 1971

Dal 1971, l’oro ha registrato un rendimento medio annuo intorno al 10%, mostrando performance solide a lungo termine.

Crescita del valore dell’oro negli ultimi 20 anni

L’oro ha visto un incremento significativo del suo valore negli ultimi 20 anni, passando da circa 350 dollari per oncia nel 2003 a oltre 1.800 dollari per oncia nel 2023, con un incremento di oltre il 400%.

Grafico andamento dell'oro negli ultimi 20 anni con le crisi finanziarie
L’oro negli ultimi 20 anni (fonte investing.com)

Confronto con altri investimenti

Mentre azioni, obbligazioni e altre forme di investimento reagiscono in modi diversi agli eventi economici globali, l’oro spesso segue un percorso distinto, offrendo una diversificazione cruciale in un portafoglio di investimenti.

In questo capitolo vediamo come l’oro si sia comportato in relazione ad altri investimenti durante periodi di incertezza finanziaria.

Questo confronto mira a fornire una prospettiva più ampia sulla posizione unica dell’oro nel panorama degli investimenti globali.

Oro vs MSCI durante le crisi

Nell’ultimo anno, l’oro ha registrato un guadagno del 7%, mentre l’MSCI ha riportato una perdita del 13%.

Oro vs altre asset class

L’oro tende a muoversi in modo opposto rispetto a molte asset class tradizionali, specialmente durante i periodi di turbolenza del mercato.

Fattori che influenzano il rendimento dell’oro

A questo punto abbiamo capito come e quanto ha reso l’oro nelle crisi finanziarie, dato che risponde a fattori globali come le politiche monetarie scoppio di bolle speculative, crisi e molto altro.

Ultimo esempio, per chiarire al meglio il concetto, dopo il fallimento della Silicon Valley Bank, il prezzo dell’oro è aumentato (fonte).

Conclusione

In conclusione, l’oro ha dimostrato di essere un investimento resiliente e redditizio durante le crisi finanziarie, offrendo agli investitori un rifugio sicuro e una diversificazione del portafoglio.

Con la sua storia di stabilità e crescita a lungo termine, rimane una componente preziosa in qualsiasi strategia di investimento.

Se vuoi acquistare lingotti d’oro a partire da 100€ inserisci i tuoi dati personali qui sotto per essere contattato gratuitamente da un consulente Helior.

    Condividi l'articolo